Le gambe, ginocchia e caviglie risentono molto delle posizioni sedentarie o del molto tempo in piedi. Spesso sono affaticate e gonfie.

Inizia a ruotare le caviglie. Non esitare mai a ruotare le caviglie ogni volta che puoi o ne senti il bisogno. Mentre lavori o guardi la tv o ogni volta che ti è possibile, ruota le caviglie, in una direzione e nell’altra.

Passa al ginocchio. Immagina di “fare un panino” con il tuo ginocchio mettendo una mano sulla rotula e l’altra sotto il ginocchio, nel cavo popliteo. Porta pressione con le dita nel cavo popliteo e poi se vuoi esplora delicatamente la rotula cercando se ci sono punti che ricevono beneficio da una digitopressione. Respira.

Poggiando obliquamente il palmo sulla rotula, dove cade la punta del dito medio, sentirai che sotto il ginocchio, verso il lato della gamba, sul bordo della tibia, c’è un punto più sensibile. E’ il punto 36 lungo il meridiano energetico dello Stomaco. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese stimolare il punto Stomaco 36 rinforza il corpo. Si racconta che gli antichi samurai, quando andavano in battaglia, applicassero un chicco di riso su quel punto, con fasce che gli permettevano di mantenere una pressione costante più a lungo possibile, per aumentare la propria forza.

Attenzione alle stimolazioni eccessive. Usa sempre il buon senso e non eccedere mai. Il corpo va trattato con molta cura e rispetto.

Applichiamo la digitopressione ancora lungo il meridiano dello Stomaco, su tutta la gamba. Questo potrebbe aiutare la digestione. Cerchiamo se ci sono altri punti sulla gamba che possono beneficiare di una digitopressione.

Fermati e ascolta la gamba su cui hai portato la pressione. Senti differenze con quella su cui non hai lavorato?

Questo momento di auto-ascolto è importantissimo: dovremmo ascoltare il nostro corpo che ci parla. L’auto-ascolto dovrebbe diventare una routine normale e giornaliera. Se abbiamo l’abitudine e ascoltiamo il nostro corpo in maniera corretta, il corpo ci guiderà perché ha una sua saggezza.

Ripeti l’auto-massaggio sull’altra gamba, includendo caviglia e ginocchio. Ascolta il corpo. Respira.

Se possibile scuoti le gambe.

Come ti senti ora?
Com’è il tuo umore in questo momento?
Stai meglio di prima?

Prosegui la tua giornata con la sensazione di avere gambe, ginocchia e caviglie leggere. Se stai troppo seduto/seduta o in piedi ricorda sempre di aiutare le tue gambe e caviglie con rotazioni e scuotimento.

Buon auto-massaggio e buon Benessere Giornaliero!

Per ulteriori informazioni sui canali energetici, vedi qui
Per ulteriori informazioni sull’auto-massaggio, vedi qui

 

Foto di copertina-video per gentile concessione di Alex Bertha su Unsplash
Musica Eternal Structures per gentile concessione di Asher Fulero su Youtube
Immagine del Samurai a cavallo per gentile concessione della Library of Congress su Wikipedia

Se hai qualsiasi dubbio o condizione fisica particolare rivolgiti al tuo medico prima di eseguire l’auto-massaggio.